BIANCA ATZEI: “MI SENTIVO GIÀ MAMMA. ERA UNA NOTIZIA MERAVIGLIOSA, CHE POI SI È TRASFORMATA IN UNA TRAGEDIA”

2 min read

BIANCA ATZEI: “MI SENTIVO GIÀ MAMMA. ERA UNA NOTIZIA MERAVIGLIOSA, CHE POI SI È TRASFORMATA IN UNA TRAGEDIA”

“Era l’ultima ecografica per uscire dai mesi di rischio, eravamo pronti a dare questa notizia meravigliosa che poi però si è trasformata in una tragedia”.

 

Bianca Atzei, ospite sabato 23 ottobre a Verissimo, racconta per la prima volta il dramma dell’aborto spontaneo vissuto accanto al compagno Stefano Corti: “Ho sempre desiderato avere una famiglia. Dopo pochi mesi di convivenza abbiamo cercato subito di avere un figlio, ma dato che dopo un anno non arrivava siamo ricorsi alla fecondazione assistita. È stata una procedura intensa, ma è andata subito bene: vedere il test positivo è stata una gioia immensa. Pensavo di essere invincibile e mi sentivo già mamma. Non pensavo che sarebbe potuto succedere qualcosa di brutto perché ero così felice”. E aggiunge: “Dopo l’interruzione della gravidanza mi sono sentita in colpa. Si fa fatica a capire quello che è successo”.

 

Ai microfoni del talk show la cantante visibilmente commossa confessa: “L’ho raccontato pubblicamente perché avevo bisogno di sfogarmi per superare questo dolore e questa rabbia. Ho capito che non solo sola. Ci sono tantissime donne che vivono questa sofferenza e si sentono in colpa come mi sono sentita io – e prosegue – vorrei dare a loro coraggio. La speranza e il desiderio sono molto più forti della tristezza e della paura che si vivono”.

 

In un momento così difficile l’appoggio del compagno Stefano è stato fondamentale: “Mi ha dato tanta forza e coraggio. Lui si tiene tutto dentro e fa fatica a esternare i suoi sentimenti, ma ora che sono lucida, lo stimo tantissimo e sono felice di come mi abbia fatto sentire: amata e protetta. E conclude: “Questa cosa ci ha unito di più, abbiamo voglia di riprovarci e diventare genitori”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.